I primi passi

I primi passi

 

La vita dell’uomo primitivo si svolgeva a contatto con la natura.

Era una vita difficile: l’uomo dalla natura traeva il suo sostentamento attraverso un lavoro duro e faticoso, spesso con risultati insufficienti per vivere.

L’ambiente era piuttosto ostile, gli animali feroci attaccavano l’uomo, a volte indifeso, e le grandi forze della natura (come il fulmine, il terremoto, la pioggia, il sole, la luna, il vento) potevano dimostrarsi alleate o nemiche.

Come tutti gli altri animali anche l’uomo si è trovato a dover affrontare grandi difficoltà per difendere la sua vita.

Ma nell’uomo c’era qualcosa di diverso: usava la ragione, rifletteva anche su se stesso e l’istinto non era l’unico modo che lo spingeva ad agire.

Proprio per questo possiamo dire che da sempre l’uomo si è posto domande sul senso della vita: chi sono? Da dove vengo? Che cosa veramente conta? C’è qualcosa dopo la morte?

Sono le domande fondamentali della persona umana, proprio le domande che si fa anche l’uomo d’oggi.

A queste domande l’uomo primitivo tentava di dare delle prime risposte riflettendo sul mondo nel quale era inserito.

Non è stato facile, perché l’esperienza della sua vita strettamente legata alla natura, aveva abituato l’uomo a credersi debole ed indifeso di fronte ai molti fenomeni naturali di cui non sapeva darsi spiegazione.

La paura e il terrore erano esperienze quotidiane: l’attacco di animali feroci più forti e vigorosi, il bagliore del lampo e l’esplosione del fulmine che incendia un albero e lo consuma in pochi minuti, lo scuotersi della terra e la violenza delle eruzioni vulcaniche, in grado di ridisegnare un intero territorio.

L'uomo primitivo pensò allora che proprio nelle forze della natura potessero celarsi le risposte ai suoi interrogativi. Fu così che la natura e le sue manifestazioni assunsero sempre di più i caratteri di essere superiori più grandi dell’uomo.

Ma nonostante questo legame con la natura, l’uomo non iniziò dalle sue manifestazioni potenti per cercare la strada dello spirito, la sua scelta fu diversa e certamente sorprendente

 

AUDIO LEZIONE