La Moschea

Il mihrab è una nicchia inserita nel muro orientato verso la qibla (parola araba che indica la direzione della Mecca). Generalmente di piccole dimensioni è sormontata da una semi-cupola ed è il luogo più sacro della moschea.

La moschea è sormontata da una cupola che, generalmente, converge in un unico punto che rappresenta simbolicamente l'anelito del fedele verso l'unità divina (tawhid).

A sostegno della cupola ci può essere un tamburo con iscrizioni calligrafiche tratte da sure del Corano.

 

Un altro elemento importante della moschea è il minareto (in arabo manār, letteralmente "faro") è la torre, presente in quasi tutte le moschee, dalla quale il muezzin (muʾadhdhin) cinque volte al giorno chiama alla preghiera (adhan) i devoti di Allāh.

 

 

 

L'adhan cantato dal muezzin è il seguente:

Allahu akbar! (4x)

Ashhadu an la ilaha ill-Allah.(2x)

Ashhadu anna Muhammadan Rasalu-Llah. (2x)

Hayya ‘ala s-salah. (2x)

Hayya ‘ala l-falah. (2x)

(Solo in fajr)

[As-salatu khayrun mina n-nawm]. (2x)

Allahu akbar! (2x)

La ilaha ill-Allah

 

Dio è il più grande (4 x).

Sono testimone che non vi é alcun dio

all'infuori di Iddio. (2x)

Sono testimone che Muhammad é il Profeta di Allah.(2x)

Affrettatevi alla preghiera.(2x)

Affrettatevi al successo.(2x)

(Solo all'alba)

[La preghiera é meglio del sonno]. (2x)

Dio è il più grande (2 volte).

Non vi é alcun dio all'infuori di Iddio.

 

 

 

 

Mihrab della moschea del Cairo in Egitto.
La grande moschea di Gerusalemme, detta anche "Cupola della roccia".
Minareto a Samarcanda - Uzbekistan

La Moschea

 

 

La moschea è il luogo sacro dell'Islam. La parola “Moschea” viene dall’arabo “Masgid” che a sua volta proviene dalla radice Sa-gia-da, che vuole dire prostrarsi, quindi in senso etimologico la moschea è il luogo della prostrazione.

Il Profeta Muhammad quando arrivò a Medina, fece iniziare la costruzione di una moschea che divenne il centro dell'attività sociale, politica e religiosa.

Il modello della prima moschea nasce quindi in Arabia: un edificio semplice, privo di oggetti di culto.

All'interno si trova il minbar, il podio per le predicazioni e il mihrab, la nicchia per prostrarsi verso La Mecca.